Il dialogare

Credo che la qualità della nostra vita dipenda, in altissima percentuale, dalle parole che diciamo. Vivere è comunicare e dialogare è una necessità. Le parole ci accompagnano come il respiro, noi siamo le nostre parole. Quante persone sono state distrutte o sono rinate per alcune parole? A volte una parola può chiudere un legame affettivo o crearne uno nuovo. La parola è l’espressione dell’io che comunica con il tu.
L’uomo è la sua parola. Vivere e dire sono la stessa cosa. C’è bisogno quindi di parlare ma è necessario farlo se c’è qualcuno che ti ascolta. Bisogna non confondere i termini: ascoltare e sentire. La prima ha valore attivo, la seconda passivo. Parlare è narrare e noi siamo le nostre memorie, come un album di fotografie. La comunicazione ha a che fare con il tempo. Quante volte un dialogo è frettoloso ed approssimativo perché non c’è tempo? Le parole non lasciano mai le cose come stanno ; in bene o in male ma le cambiano. Non so se queste mie riflessioni sono state solo parole vuote, spero abbiano sottolineato quanta importanza dovrebbe avere il dialogo per ognuno di noi.

Spunti di riflessione

UNITÀ PASTORALE ARCELLA
Right Menu Icon