Lunedì 8 Marzo

Gesù era il figlio di un falegname… possibile accettare che in lui si potesse rivelare Dio, che fosse lui il Messia atteso? Quando Gesu’ afferma che nessun profeta è ben accetto in patria, sa perfettamente quello che dice: chi crede di conoscerti ha la presunzione di sapere tutto di te, non ha interesse nei tuoi confronti, soprattutto non cambia opinione e non cambia modo di agire.
Siamo così anche noi, che leggiamo il Vangelo e continuiamo a vivere come se niente fosse, come se non dovessimo cambiare nulla nella nostra vita, nelle nostre abitudini. Diciamo di credere, di amare Gesu’, poi alle prime avversità ci chiudiamo e voltiamo le spalle agli altri. Esorto me stessa e chi legge questo breve commento: apriamoci sempre all’ascolto, non perdiamo l’occasione di accogliere ogni Suo insegnamento! Dio non giudica e non condanna, ci abbraccia.

Lc 4,24-30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The maximum upload file size: 256 MB. You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other. Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded. Drop file here

UNITÀ PASTORALE ARCELLA
Right Menu Icon