COVID19

Ed eccoci qua! Siamo tutti fermi, bloccati in casa.
E la prospettiva è di una clausura ancora molto lunga, diciamoci pure l’inconfessata verità!
Ormai si parla di triduo PASQUALE che salterà, lo vivremo dalle nostre case, in televisione o in streaming.
L’avremmo mai immaginato?!
In questi anni di grandi conquiste scientifiche e mediche che ci hanno fatto pensare di essere immuni da tutto sono arrivati due grandi messaggi sconvolgenti: “Attenti! avete quasi distrutto il pianeta, se continuate così non andrete tanto avanti!”
E l’altro: “Siete esseri umani, cosa pensavate!? Vi potete ammalare tutti e rischiate di morire”.
La domanda è: ce li ha mandati qualcuno?
Per chi crede la risposta può essere ovvia: Dio Padre ci ama e non ci manderà mai disgrazie, io la penso come Giobbe.
Nella storia del popolo d’Israele tutte le disgrazie sono capitate per l’infedeltà dell’uomo che non ascoltava i profeti mandati dal Padre.
Anche per chi non crede, comunque, ci potrà essere una risposta. Ognuno dovrebbe avere la propria.
È importante cercarla, trovare una soluzione che ci possa aiutare a individuare un progetto, per curarci almeno l’ansia che due domande del genere ci possono provocare.
L’essere isolati e avere tanto inaspettato spazio per noi, non ci disorienti. 
Mi viene in mente la parola CONVERSIONE. Forse sta nel suo significato una possibile soluzione a tanti problemi che ci affliggono. Forse la soluzione è dentro di noi, basterebbe prendere quella strada con il coraggio dell’amore .
Mah! a guardare la storia del popolo d’Israele si vede che il rischio di ricaduta è “dietro l’angolo”…!

Spunti di riflessione

UNITÀ PASTORALE ARCELLA
Right Menu Icon