Nei prossimi giorni troverete su questa pagina dei sintetici resoconti delle esperienze estive giovanili… stay tuned!

Campo ACR elementari
Come ogni anno abbiamo passato sette intensi giorni nella casa di Faller, tra giochi, risate, momenti di riflessione e contatto con la natura. Sono partiti 38 bambini accompagnati da 7 animatori, Don Gilberto e 3 fantastici cuochi, tutti muniti di ammirabile pazienza. Lo sfondo tematico del campo è stato l’Apartheid che ha avvicinato i bambini alla scoperta di nuove culture. I protagonisti delle scenette, che introducevano la giornata, erano Thato, un bambino del Bantustan sudafricano, e Hendrick, un bambino Afrikáner di famiglia agiata, tra i quali nascerà una forte amicizia nonostante le differenze sociali, a volte imposte dai loro genitori.I bambini hanno dimostrato grande interesse e partecipazione durante le riflessioni. Nonostante la giovane età hanno riportato storie ed esperienze a loro  vicine, dimostrando grande maturità e rispetto nei confronti di compagni e amici. Mantenere il silenzio e la concentrazione é stato, per i bambini, a volte difficile. Vivendo insieme, é stato necessario dividerci le faccende di casa, imparando a tenere in ordine e pulire gli ambienti comuni. Le attività sono state varie, tra queste una passeggiata nel verde, la veglia alle stelle e i giochi notturni.Noi animatori possiamo ritenerci soddisfatti della riuscita del campo e speriamo che siano rimasti tanti bei ricordi!Al prossimo anno ;o)

Campo ACR medie
Una vera e propria montagna russa quella del campo medie a Rocca Pietore, al quale hanno partecipato ben 53 ragazzi, accompagnati dai loro 6 educatori, 3 cuochi e Don Gilberto, preziosi cuscinetti di salvataggio che non ringrazieremo mai abbastanza per il supporto nei momenti “drama” .
I ragazzi sono stati guidati della figura biblica di Ruth, una ragazza che, pur avendo affrontato molte difficoltà nella vita, ha saputo creare rapporti significativi, ed hanno seguito Thato e Hendrik tra le vie di Johannesburg, entrando così nella cornice dell’apartheid in un’ avventura alla scoperta delle diversità.
Da subito hanno mostrato il loro entusiasmo, a tratti strabordante, non esitando a mettersi in gioco nelle attività, anche in quelle di natura più riflessiva e di condivisione. A frenare lo slancio iniziale ci ha pensato un diffuso ‘malessere’ che ha costretto molti a prendersi giornate di riposo forzato e a sperimentare il concetto di cura, mentre i superstiti facevano una bellissima escursione a Malga Ciapela. Per fortuna ci siamo tutti ripresi perfettamente e dal quarto giorno le attività sono ripartite a pieno regime, condensando momenti di gioco e ballo, di riflessione e confronto, sempre all’insegna di una presa di coscienza delle nostre differenze che punta all’inclusione, culminati nella realizzazione di un aquilone, con l’augurio che questo possa superare i muri che ci dividono.
Aspettiando tutti i ragazzi per i gruppi durante l’anno e li salutiamo con i consueti bacioni stellari ;o)


Giovani vicariato Arcella, Pellegrinaggio in Terra Santa
Un’esperienza unica e irripetibile quella fatta dal 19 al 25 agosto in Israele. Noi, dieci giovani dell’UP (con don Marco), insieme al gruppo di San Carlo (con don Diego), e una rappresentanza di Campodarsego. Totale 35.
La scommessa del vicariato: vinta!
La nostra guida, don Andrea Albertin, ci ha accompagnati attraverso i luoghi della vita di Gesù, in un cammino che ci immergesse nella sua storia, ma che ci facesse anche toccare con mano il contesto sociale attuale.
Siamo partiti dal deserto, dove tutto ha avuto inizio, con la lettura della Genesi e della chiamata di Abramo. Dopo due notti trascorse lì ci siamo spostati nella (allora) piccola e umile Nazareth, la casa di Gesù per trent’anni.
Poi a Cafarnao, fra i luoghi dei tre anni di predicazione. Abbiamo celebrato la messa sul lago di Tiberiade, alla Tabgha (dove si fonda la nostra Chiesa), per poi approdare a Betlemme e infine a Gerusalemme.
Siamo stati al di qua e al di là del muro, osservando contraddizioni e divisioni, entrando in contatto con comunità arabe cristiane e sentendo storie, difficoltà. Abbiamo giocato con i bambini dell’orfanotrofio di Betlemme, che in realtà non sono orfani, ma abbandonati neonati agli angoli delle strade.
L’augurio che ci facciamo è quello di portare nel nostro quotidiano e alle nostre Comunità almeno una parte di quello che abbiamo vissuto.
Anche per questo vi aspettiamo
Sabato 28 Settembre in patronato alla SS. Trinità alle ore 21.00


Campo Cavino Veronese 14enni
I quattordicenni del gruppo “50 special” si sono recati a Lubiara, presso il Lago di Garda, dal 28 luglio al 4 agosto. Insieme ad Alessia, Giacomo e Lorenzo, hanno imparato a guardarsi dentro e mescolare i loro carismi in una realtà più grande che é quella di un gruppo. Ai momenti di attività si alternavano quelli di convivialitá, curati dalle cuoche Isotta e Chiara, e conditi dalla simpatia di don Marco. Gruppo aperto ai 2004, vi aspetta tutte le domenica sera.


Campo sulla Via Francigena 2-3-4 anno issimi
Il gruppo formato da ragazzi dalla seconda alla quarta superiore assieme ai loro animatori, questa estate ha camminato! Dal 5 all’11 agosto, hanno percorso una parte della Via Francigena, partendo da Gambassi Terme (raggiunta dopo 15 km di cammino il primo giorno) fino a Ponte d’Arbia, sostando un paio di giorni a Siena. La settimana è stata impegnativa fisicamente e mentalmente, ma i ragazzi hanno dimostrato determinazione e convinzione nel cammino. È stato un’esperienza diversa dal solito, per tutti, e forse quello che ci portiamo a casa è la bellezza dello stare insieme, del condividere con chi ci sta intorno, del gioire del poco che si ha.


Campo a Rimini presso la Papa Giovanni XXIII del 5 anno issimi
Dal 2 all’ 11 Agosto, 9 ragazzi di 18/19 anni, hanno vissuto un camposcuola a Rimini e hanno avuto la possibilità di conoscere alcune realtà sociali del luogo, molte delle quali legate alla Papa Giovanni XXII. In questo camposcuola siamo andati in cerca di chi abitualmente consideriamo “l’ultimo” riattribuendogli la dignità che sempre merita ai nostri occhi. 
Nella settimana trascorsa abbiamo lavorato, mangiato e parlato con persone senza fissa dimora, portatori di handicap e operatori che si prendono cura e seguono i progetti delle varie associazioni. Ci siamo sorpresi ed emozionati dall’ accoglienza ricevuta da TUTTI, sorprendendoci per i bei momenti che abbiamo vissuto insieme, riuscendo anche a mettere da parte differenze d’ età ed economiche.
Gli incontri con le varie realtà sono stati alternati da momenti di condivisone e confronto con i ragazzi, e situazioni di svago che hanno consentito di visitare la bella città di Rimini.


Sono state ben 9 le esperienze di Campi Estivi proposte nella nostra Unità Pastorale: Branco, Reparto e Clan per il nostro gruppo Scout Pd 12, e campo Elementari, Medie, 1 Anno, 2-3-4 Anno e 5 Anno superiori per l’Ac e un Viaggio in Terra Santa per i giovani. Dalla Montagna al Mare fino alla Terra di Gesù, sono tutte esperienze che vogliono far crescere e maturare umanamente e spiritualmente i nostri giovani.
Grazie a coloro che hanno speso tempo ed energie (e alcuni anche ferie lavorative) per rendere possibile tutto questo. Ad un primo bilancio possiamo dire che sono state esperienze positive e di questo ringraziamo anche molti che da casa hanno sostenuto con la preghiera queste settimane.

Un grande Grazie anche agli animatori che si sono resi disponibili a vivere le esperienze di GREST a San Bellino e alla SS. Trinità e il Centro Estivo a San Filippo Neri nei mesi estivi. La loro presenza ha permesso alle Parrocchie di proporre questo momento di divertimento per i bambini e di essere di aiuto a molte famiglie.

Non vuol essere un auto-elogio sottolineare queste occasioni, ma la testimonianza che ci sono giovani che ancora si impegnano divertendosi e creando occasioni preziose.
In un tempo di profezie apocalittiche, è bello poter avere davanti agli occhi raggi di positività e di speranza che ci fanno guardare con più serenità al tempo e al quartiere che viviamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UNITÀ PASTORALE ARCELLA
Right Menu Icon